Tutela INAIL-infortuni sul lavoro

La medicina del lavoro ferrara si occupa anche dei danni alla salute dei lavoratori in materia di tutela INAIL per infortuni sul lavoro.

Tutti i datori di lavoro in attività a rischio hanno l’obbligo di assicurare i lavoratori all’INAIL attraverso il pagamento del premio all’INAIL. Il premio assicurativo è interamente pagato dal datore di lavoro.
Questa assicurazione è disciplinata dal Testo Unico 1124/65 e dalle modifiche apportate dal D.Lgs. 38/2000 riguardo le prestazioni.L’Inail garantisce ai lavoratori l’assistenza sanitaria e le prestazioni economiche previste dalla legge.

Sono assicurati i lavoratori dipendenti, operai, apprendisti, impiegati tecnici che, all’interno dell’azienda svolgono di fatto attività manuale lavorativa retribuita, utilizzando macchine, apparecchi, impianti, che li espongono al rischio. E’ assicurato chi è esposto al rischio anche se non partecipa materialmente alla lavorazione, il cosiddetto rischio ambientale.

Il lavoratore che si infortuna o contrae una malattia professionale, ha diritto alle prestazioni economiche dall’INAIL, anche se il datore di lavoro non abbia versato regolarmente il premio assicurativo o non abbia mai denunciato il rapporto di lavoro.
Il lavoratore deve comunque attivarsi presso l’INAIL entro 3 anni e 150 gg. dal giorno in cui è avvenuto l’infortunio o si è manifestata la malattia.

Nell’assicurazione INAIL sono compresi tutti gli infortuni che si verificano per  causa violenta durante il lavoro, dai quali possa derivare la morte, un’ inabilità permanente, o un’ inabilità temporanea assoluta per più di tre giorni.
Nel caso di un evento d’infortunio il lavoratore deve informare il datore di lavoro dell’infortunio stesso mentre il datore di lavoro, entro due giorni, deve denunciarlo all’INAIL(per infortuni con prognosi superiori ai tre giorni).

Anche l’infortunio che possa avvenire durante il tragitto propria abitazione/luogo di lavoro, il cosi detto “infortunio in itinere”, in determinate condizioni è compreso nell’assicurazione.

Quando in conseguenza di infortunio o malattia professionale il lavoratore si trovi in una inabilità temporanea assoluta al lavoro, viene erogata dall’Inail l’indennità nelle seguenti misure: il 60% della retribuzione media giornaliera dal 4° al 90° giorno; il 75% della retribuzione media giornaliera dal 91° giorno in poi, fino a guarigione clinica. Il giorno dell’infortunio e i successivi tre giorni sono a carico del datore di lavoro.
I contratti di lavoro generalmente prevedono integrazioni e criteri di erogazione di miglior favore da parte del datore di lavoro.

Per gli eventi verificatisi dal 25/07/2000 in poi (entrata in vigore del Dlgs 38/2000), al lavoratore che riporti un danno permanente alla propria integrità psico-fisica, a causa di infortunio o malattia professionale, viene sempre indennizzato il danno biologico fino al 100%, secondo il nuovo sistema:

-dal 6% al 15% di invalidità, indennizzo in capitale per il solo danno biologico (in base ad età e sesso);
-dal 16% in poi, costituzione di una rendita, comprensiva di una quota per danno biologico e di una quota aggiuntiva per le conseguenze patrimoniali (retribuzione) delle menomazioni riportate.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.