Autopalpazione e senologia, a Parma questi sono i “salvavita” per le donne

Ogni giorno in Italia viene diagnosticato all’incirca un migliaio di nuovi casi di cancro, secondo quanto riportato dalla Associazione Italiana Registri TUMori (AIRTUM); il 46% di essi riguarda le donne.

Donna che si abbraccia il pettoNel gentil sesso è il cancro al seno il tipo di neoplasia più diffuso: è il primo per incidenza, poiché riguarda il 29% dei tumori maligni; seguono, decisamente distaccati, i tumori al colon retto e quelli al polmone che rappresentano rispettivamente il 14% e il 6% dei casi totali.

Dati alla mano, le statistiche riportano che la fascia di età al di sopra dei 64 anni è quella più a rischio (40% dei casi), seguita dalle donne di età compresa fra 50 e 64 anni (30% circa) e da quelle di età inferiore ai 50 (20-30%). Solamente il 5-7% dei nuovi casi riguarda donne con meno di 40 anni.

Da questi numeri si evincono due cose: che man mano l’età avanza si rendono sempre più necessari controlli periodici sulla salute e che la prevenzione non è mai troppa. Due le strategie che ogni donna è invitata a seguire, a iniziare dall’autopalpazione del seno che dovrebbe essere una buona pratica da effettuare regolarmente.

Ancor più importante è l’esecuzione di esami di senologia che a Parma come altrove si possono effettuare presso centri medici specializzati. La mammografia al seno, rapida e indolore, consente di scoprire anche le più piccole alterazioni e quindi di dare il via alle cure del caso con elevate probabilità di guarigione.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.