Saturimetri-smartphone da polso in arrivo nel prossimo futuro?

La percentuale di emoglobina legata all’ossigeno presente nel sangue rispetto all’emoglobina totale, ovvero la saturazione, è un parametro fondamentale per misurare le condizioni di ossigenazione di un paziente.

Non a caso quando una persona arriva al pronto soccorso una delle prime misure che i sanitari prendono è proprio la saturazione, che permette di individuare in modo tempestivo cali dell’ossigenazione del sangue che potrebbero essere dovuti a un’insufficienza respiratoria oppure a una patologia come la broncopneumopatia cronica ostruttiva.

Saturimetro tradizionaleNormalmente gli strumenti effettuati per misurare la saturazione, detti saturimetri, sono dotati di una sonda da agganciare al dito; tuttavia l’azienda statunitense Oxitone Medical sta studiando un modo per integrare le funzionalità di questo dispositivo con quelle di un tradizionale smartphone.

Le intenzioni dell’azienda sono quelle di produrre una fascia che le persone che soffrono di gravi malattie respiratorie possono tenere al polso; questo semplice oggetto misurerà in continuo la saturazione di ossigeno e la frequenza cardiaca. Non appena ci sarà un discostamento dai parametri ottimali, il saturimetro Oxitone manderà un segnale di allarme ai familiari della persona oppure a chi è incaricato di supervisionare la sua salute.

Pare che il dispositivo possa entrare in produzione in un futuro non troppo lontano ma si tratta, ricordiamolo, di uno strumento molto diverso dai saturimetri professionali a disposizione della sanità che misurano in modo estremamente preciso i parametri vitali dei pazienti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.