La produzione delle bottiglie in vetro negli USA e i suoi “numeri”

Il vetro è uno dei materiali più diffusi a livello di industria del packaging e, tra le molte tipologie di prodotto che ne possono derivare, le bottiglie sono senza dubbio la categoria più rappresentativa. Negli USA ogni anno si calcola che vengano prodotti circa 35 miliardi di contenitori in vetro: di essi quasi l’80% è destinato a contenere alimenti e bevande e, in particolare, birra nel 60% del totale (fonte: waste360.com).

Bottiglia e bicchiere di vinoProdotto a partire da materiali inerti naturali, tra cui in particolare sabbia e carbonato di sodio, il vetro è potenzialmente riciclabile all’infinito e di questo trae beneficio l’ambiente perché, se correttamente smaltito attraverso la raccolta differenziata, permette di evitare la produzione di rifiuti destinati alle discariche.

Ciononostante la produzione di contenitori in vetro oltreoceano è cresciuta di 4.7 milioni di tonnellate tra il 1960 e il 2005, a causa dell’aumento dei consumi. Oltre ad essere uno dei principali produttori di vetro, gli USA ogni anno importano all’incirca cinque miliardi di bottiglie che, nella maggior parte dei casi, contengono vini o birre.

Anche se su scala minore rispetto agli USA, la produzione di bottiglie in vetro da parte delle aziende italiane è di grande importanza a livello economico perché questi prodotti sono destinati a contenere prodotti destinati non solo al consumo interno ma anche ai mercati esteri sotto forma di Made in Italy.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.