Asciugamani di carta, dai dispenser al cestino il passo è breve. Come ridurre i consumi?

Alzi la mano chi, almeno una volta, visitando un bagno pubblico non ha prelevato dall’apposito distributore un quantitativo di asciugamani di carta superiore alle proprie necessità. Purtroppo la questione degli sprechi assume una dimensione consistente all’interno dei servizi igienici frequentati da più persone, ed è necessario fare il possibile per porvi rimedio.
Dispenser di asciugamani monouso in carta

Meno sprechi significa innanzitutto meno spese per il rifornimento di asciugamani usa e getta, ma anche tutelare l’ambiente attraverso un minore sfruttamento degli alberi e una produzione inferiore di rifiuti che spesso, purtroppo, non vengono destinati al riciclo ma a discariche e termovalorizzatori.

Nei bagni pubblici è possibile sensibilizzare le persone a un uso più razionale di questi prodotti a base di cellulosa apponendo, ad esempio, sui dispenser per asciugamani di carta usa e getta un adesivo che inviti a un consumo moderato.

Anche se in commercio si possono trovare sticker già pronti da apporre, investendo un budget minimo è possibile commissionare la realizzazione di adesivi personalizzati che trasmettano all’utilizzatore un messaggio positivo.

Pensa all’ambiente, riduci i tuoi consumi” oppure “Ogni asciugamani che risparmi aiuta a salvare un albero”, tanto per citare un paio di esempi, sono concetti ideali per sensibilizzare sulla questione ambientale senza tuttavia risultare aggressivi, o peggio ancora, suonare come proibizioni. È più facile che le persone siano recettive nei confronti di un messaggio positivo piuttosto che di un divieto!

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.