Integratori per fegato quando può essere utile assumerli

Quando ci riferiamo agli integratori per fegato alludiamo ad un’ampia schiera di prodotti destinati ad integrare la comune dieta, al fine di detossificare quest’organo, disintossicando l’organismo in toto. Il fegato infatti prende parte ogni giorno a quello che viene definito metabolismo degli xeno biotici, ossia il metabolismo di tutte le sostanze estranee ingerite o respirate che penetrano nel nostro corpo. Gli stessi medicinali sono considerati xeno biotici e il fegato deve provvedere ad eliminarli una volta che questi hanno espletato il loro delicato compito farmacologico per il quale si erano assunti.

Anche il cosiddetto cibo industriale ricco di additivi chimici di sintesi comporta un lavoro non da poco per il nostro caro amico fegato. Se poi a tutto ciò sommiamo anche il fumo di sigaretta (attivo o passivo), l’alcool ingerito e lo smog a cui quotidianamente siamo sottoposti nelle grandi città, si capisce bene come quest’organo possa andare incontro ad un intasamento dovuto ad un accumulo dannoso di scorie e metaboliti di scarto.

Ecco dunque chiaro come l’utilizzo di appositi integratori per fegato possa aiutare quest’organo, e più in generale l’organismo in toto, a ripulirsi da accumuli deleteri, ripristinando una piena funzionalità d’organo.

Integratori per fegato cosa contengono

Gli integratori per fegato sono una schiera di prodotti o meglio di integratori alimentari, non farmaci dunque, a base di pregiati estratti vegetali (fitoestratti) come il carciofo, il tarassaco, il cardo mariano, il boldo, il crisantemo americano, in combinazione molto spesso con altri principi naturali atti a ripristinare non soltanto una buona funzionalità epatica, ma anche un piena e corretta funzionalità digestiva.

È il caso a questo proposito di due integratori per fegato così concepiti, il Cardepat e il Cardepat-T, i quali oltre a contenere i fitoestratti di cui sopra, propongono anche rosmarino, crespino, combreto, menta, rabarbaro, ortosifon, marrubio e lactobacilli.

Prodotti assai completi in grado non soltanto di occuparsi del fegato, ma anche di eventuali stati infiammatori a carico dell’intero apparato digerente come gastriti, duodeniti, coliti e via dicendo.

Integratori per fegato a base di glutatione

Esiste poi una schiera di prodotti incentrati invece sul glutatione, un importantissimo complesso enzimatico al quale spetta il compito ogni giorno, più volte al giorno, di detossificare l’organismo eliminando metaboliti di scarto. E questo è il caso ad esempio del pregiato Liver Health della Epi Pharma. Questo integratore alimentare a base di Acido alfa-lipoico, L-metionina, Cardo mariano, vitamina E, selenio, promuove la produzione di glutatione, sostiene la funzionalità epatica (sostenendo sia la fase di sintesi dell’organo che quella di metilazione), infine funge da potente antiossidante.

Esistono dunque numerosi tipi di integratori per fegato, ognuno specificamente formulato per risolvere una o più problematiche a seconda degli ingredienti contenuti. Tutti ugualmente utili ed efficienti. Dunque ben vengano prodotti completamente naturali in grado di aiutarci a disintossicare l’organismo umano e sostenere il fegato nei suoi delicati quanto vitali compiti giornalieri. Senza un fegato sano infatti tutto l’organismo prima o tardi ne fa le spese, con conseguenze più o meno serie a seconda della rapidità nella risoluzione del problema.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.