REQUISITI RINNOVO CESSIONE DEL QUINTO

Requisiti Rinnovo Cessione del Quinto
Gli insegnanti ed il personale della scula, in qualità di dipendenti statali o pubblici, hanno tutti i requisiti per il rinnovo della cessione del quinto.

Esigenza di liquidità extra?

Avviene normalmente che successivamente ad aver fatto ricorso al credito, attraverso una cessione del quinto, appaia il esigenza di supplementare liquidità per affrontare una recente bisogno.

A rimedio di questa complicazione segnaliamo l’opportunità di verificare da se stessi i cosiddetti: “Requisiti Rinnovo Cessione del Quinto”.

Cominciamo subito col sottolineare i vantaggi che comporta la suddetta forma di credito:

  • ottenimento di supplementare liquidità
  • rata identica o facoltà di adeguarla in base alle necessità del cessionario
  • nessuna necessità di impegnarsi con nuovi finanziamenti oltre la cessione
  • Può essere sottoscritta sia dai dipendenti che dai pensionati
  • Anche i protestati e i cattivi pagatori possono farne domanda

Comprendiamo ora insieme quali sono esattamente i requisiti rinnovo cessione del quinto.

Termini e requisiti rinnovo cessione del quinto

Rinnovare una cessione del quinto comporta il rinnovare nuovamente il prestito, conservando immutata la rata e protraendone la durata residua.

Con il rinnovo una parte del netto versato verrà usufruito per saldare la quota rimanente del debito in corso e la rimanente porzione verrà erogata al richiedente. Semplificando, la cessione che si aveva in corso è estinta in funzione del contratto appena fatto.

Ovviamente il consumatore rientrerà anche degli interessi non dovuti del prestito precedente insieme al premio dei rischi impiego e vita solo parzialmente goduti.

Affinché sia realizzabile siffatto processo è necessario unicamente un presupposto, ossia che il risparmiatore abbia liquidato almeno i 2/5 del prestito in corso, se quest’ultimo è stato contratto a 120 mesi.

A tale legge fanno eccezione le cessioni di durata uguale o minore di cinque anni per cui è permesso il rinnovo anche antecedentemente al 40%, ma esclusivamente a condizione che il termine del nuovo prestito sia di 10 anni.

In estrema sintesi, effettivamente è conveniente rinegoziare una cessione del quinto? La soluzione è una: Si, il rinnovo cessione del quinto è sempre conveniente.

Che cosa fare però se si ha bisogno di ulteriore liquidità, ma non è passato il tempo previsto dalla normativa?

Non vi sgomentate, in questo caso può arrivare in aiuto la Delega di Pagamento, pure detta delegazione di pagamento, definita di solito anche doppio quinto.

Chiariamo rapidamente in che consta.

La delega di pagamento implica l’addebito nella busta paga di un secondo quinto dello stipendio, ossia di un nuovo 20%. La delegazione di pagamento permette al dipendente, il quale abbia da tempo eseguito la cessione del quinto del suo stipendio, di ottenere un nuovo prestito.

Si adopera tale forma di finanziamento quando non è ammesso rinnovare la cessione del quinto in corso o se, come già detto, si ha necessità di una maggiore disponibilità di denaro.

Diversamente dalla cessione del quinto dello stipendio, la delega di pagamento può venir richiesta esclusivamente dai dipendenti (non dai pensionati), un’altra differenza è che la delega di pagamento non è un diritto del dipendente e rimane vincolata all’approvazione della parte datoriale, normalmente in funzione di Convenzioni effettuate insieme all’ente che provvede materialmente al finanziamento.

Così come per la cessione del quinto anche nel caso della delega di pagamento si prevede la fattispecie del rinnovo. Per il rinnovo della delega di pagamento valgono le identiche previsioni in corso di validità per la cessione del quinto. Sintetizzando il rinnovo della delega di pagamento resta vincolato al pagamento dei due/quinti dei ratei prefissati.

Per ricevere più informazioni sulla delega di pagamento e sul rinnovo della cessione del quinto guarda sul sito internet www.creditoinconvenzione.it

Evidentemente niente proibisce di rinnovare nello stesso tempo sia la cessione del quinto che la delega di pagamento.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.