Toyota UBox: l’auto progettata dagli autisti del futuro

I brand automobilistici più longevi alle volte faticano a comprendere gli stili del futuro: per raccogliere qualche informazione in più sui suoi più giovani consumatori, Toyota ha contattato un team di studenti di ingegneria della Clemson University per la progettazione di una macchina. Il curioso risultato è una vettura che abbraccia spazio interno e personalizzazione, trasformando il veicolo in un robusto contenitore mobile.

Il progetto ha richiesto agli studenti di esaminare le tendenze di stile di vita della generazione dei millenials e prevedere le caratteristiche che questi ragazzi ossessionati dalla tecnologia vorranno avere nella propria auto quando sarà giunto il momento di acquistarla.

Per prima cosa hanno pensato alla gestione dello spazio: i veicoli stanno diventando sempre più camere su ruote e i progettisti di UBox prevedono che i futuri proprietari vogliano avere più controllo sullo spazio, esattamente come fanno nelle proprie stanze.

Anche l’interno della vettura è sensibilmente innovativo. Potenzialmente le prese d’aria, le cornici del display del cruscotto e i rivestimenti delle porte sono tutti progettati per essere sostituiti con componenti personalizzati e realizzati con la tecnologia della stampa 3D.

I posti a sedere poi si possono tranquillamente riconfigurare per lavorare o dormire nella parte posteriore dell’auto. Per non parlare delle numerose prese elettriche che permettono un utilizzo continuativo del cellulare, fondamentale per la navigazione verso un determinato luogo.

Un’ottima mossa quella di Toyota che in un colpo solo ha fatto conoscere il suo mondo agli studenti e, cosa più importante, ha recepito da loro informazioni strategiche che sicuramente torneranno utili nella progettazione delle auto future.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.