Le cause del prurito anale

Il prurito anale è un sintomo molto diffuso anche se parlarne è quasi un taboo e per questo l’argomento viene trattato con naturalezza e senza imbarazzo molto raramente. Le cause di questo problema possono essere diverse ma riguardano un problema che spesso ha un carattere transitorio e che alcune volte, invece, può protrarsi a lungo nel tempo: il consiglio, soprattutto per chi fa parte di questa seconda categoria, è quello di rivolgersi a un proctologo al più presto per fare una visita e avere una diagnosi precisa.

staff-medicoLe origini di questo prurito sono tutte da riferirsi a patologie che interessano la zona anale e quindi possono riguardare problemi come l’incontinenza fecale, le disfunzioni intestinali, le emorroidi, le ragadi, i condilomi e le cisti, per esempio. In alcuni casi è la presenza di microrganismi oppure parassiti a far nascere il prurito anale (funghi, virus come l’herpes, batteri, protozoi, acaro della scabbia…).

Effettuare una diagnosi precisa è davvero importante perchè solo in questo modo si avrà compiuto lo step utile a risolvere questi fastidiosi problemi di prurito anale. Il medico sicuramente prescriverà una terapia, ma vi sarà utile sapere che ancora prima delle medicine sarà importante curare in modo particolare la propria igiene intima.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.