Piante artificiali: perché sceglierle al posto di quelle vere?

Le piante vere sono bellissime e conferiscono ai giardini urbani un piacevolissimo aspetto, ma purtroppo non sempre si ha il tempo di curarle e mantenerle in ordine. La vita quotidiana non permette ai molti possessori di manti erbosi di poter curare a dovere le proprie aiuole e i fiori in vaso che diventano secchi e arrecano solo danno alla scenografia circostante.

piante artificiali

Fortunatamente, il web viene in aiuto di coloro che desiderano una gradevole visione del loro giardino con le piante artificiali  che se di ottima qualità, rendono gli ambienti esterni simpatici, allegri e colorati. Chi ha un pizzico di estro e un minimo di creatività, può creare ambienti dal design affascinante, collocando piante artificiali su vari supporti o addirittura piantandole nel terreno delle aiuole. Le piante artificiali ricadenti, per esempio, possono essere collocate su di una vecchia botte di rovere o nel cestino di una bicicletta d’epoca posta in un angolo del giardino, ed ecco che gli ambienti esterni acquisteranno immediatamente un nuovo look.

Le piante artificiali possono essere acquistate dovunque e anche il web propone innumerevoli offerte. Tuttavia, specialmente se le piante vanno poste all’esterno, occorre fare molta attenzione al materiale con cui vengono prodotte.

È doveroso ricordare che se un fiore o una foglia non si avvicinano alla realtà botanica, invece di abbellire il giardino, gli conferiscono un aspetto sgradevole. Inoltre, piante artificiali realizzate con plastica di indubbia provenienza, a contatto con i raggi solari, emanano un odore forte e acre, proprio perché prodotte con plastica scadente e di riciclo. I siti web preposti alla vendita di questi elementi sono davvero molteplici ma è fondamentale affidarsi a siti affidabili, per non rischiare di acquistare piante scadenti o realizzate con materiali di indubbia provenienza.

Se si desiderano piante artificiali con struttura in plastica ma con foglie di stoffa, è meglio focalizzare la propria attenzione su stoffa pregiata che non si scolorisca con i raggi del sole e che resista a tutti gli agenti atmosferici.

Una pianta artificiale, magari completa di fiorellini variopinti, deve la sua bellezza agli elementi assemblati con cura e con manifattura artigianale, che richiede una certosina pazienza. Alcune piante artificiali sono create con elementi simili al cuoio, grazie a macchinari all’avanguardia e di ultima generazione. La tecnologia moderna, infatti, permette di realizzare le piante artificiali alla stessa maniera di come si creano gli accessori d’abbigliamento per arricchire gli abiti.

Più le piante artificiali rispecchiano la realtà nella forma e nei colori e più apportano eleganza e ricercatezza alle aree esterne. Non è un caso se hotel di prestigio o centri commerciali affermati, utilizzano le piante sintetiche per arrecare stile alla propria immagine. Spesso, i balconi di importanti strutture dove avvengono convegni e riunioni d’affari, sono impreziosite da piante ricadenti con stupendi fiori che fanno bella mostra nei portavasi che si agganciano alle ringhiere.

La visione dal basso è letteralmente affascinante e, difficilmente l’osservatore riesce a comprendere che si tratta di piante finte. Fanno parte delle piante artificiali, anche le siepi in rotoli, in pannelli, in lastroni e con struttura statica come le classiche e tradizionali siepi di Photinia.

Queste ultime, in particolare, arrecano un aspetto quasi ‘regale’ ai giardini privati o a quelli di strutture ricettive di pregio. Sono le stesse, che in versione reale, impreziosiscono i giardini delle residenze dei principi e non hanno nulla da invidiare alle siepi naturali. Tra le piante artificiali presenti in commercio, sono reperibili anche le edere nelle numerose varietà.

L’edera sintetica è molto apprezzata perché riesce a creare spazi romantici e d’altri tempi ed è utilissima in quei giardini privati ai quali si vuole donare eleganza e raffinatezza. Se acquistate in lastroni, possono essere collocate sulle mura accanto al cancello di entrata per creare l’effetto dell’edera rampicante che si inerpica sulle pareti.

Insomma, anche chi non ha il cosiddetto ‘pollice verde’, può apportare alle proprie aree esterne una bellezza esclusiva e singolare, purché si rivolga a degli e-commerce che offrano prodotti dagli ottimi standard qualitativi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.