Haccp e Sicurezza nei bed and breakfast

I bed and breakfast, sono strutture extra alberghiere, che differiscono dai più comuni hotel od affittacamere per il numero massimo di stanze e la tipologia di alimenti che possono essere somministrati. Queste tipologie di attività, sottraggono molta clientela al classico albergo poiché offro tariffe molto vantaggiose non sempre a scapito del confort e della accuratezza dell’ ambiente in si viene ospitati. Il quesito che più frequentemente ci viene posto, riguarda la delicata questione della gestione della sicurezza alimentare: I bed and breakfast si devono attenere alle normative europee che regolamentano gli adempimenti in materia di igiene alimentare? O meglio, i gestori dei bed and breakfast, devono adempiere all’ haccp? In merito a questo quesito, ci viene in soccorso il Regolamento Regionale, il n. 8 del 7 agosto 2015, il quale fa innanzitutto chiarezza distinguendo tutte le varie tipologie di strutture extralberghiero dal punto di vista fiscale, urbanistico, strutturale e igienico-sanitario. Il regolamento dà anche preziose indicazioni, su come gestirle al meglio. Tutte queste tipologie di strutture hanno a che fare con la manipolazione e la somministrazione di cibo, nel momento in cui si serve la colazione alla propria clientela. E’ necessario, pertanto,www.studiolabconsulenze.it

che anche le strutture come bed and breakfast, affittacamere professionali e non,  palli chino l’ autocontrollo alimentare attraverso il sistema h.a.c.c.p.  adeguandosi così al Reg.CE 852/2004 e a tutte quelle normative in materia di sicurezza alimentare come la rintracciabilità dei prodotti somministrati, fino alla comunicazione al cliente degli alimenti che contengono allergeni, come disposto dalla Circolare del Ministero della Salute del 6/2/2015. Redigere quindi il piano di autocontrollo alimentare e la verifica della sua corretta applicazione.  E’ chiaro che gli operatori del settore alimentare e il personale alimentarista di queste strutture, debbano anche seguire un percorso formativo ai sensi della Delibera della Regione Lazio 825/2009, ovvero il cosidetto corso h.a.c.c.p. sostitutivo del libretto di idoneità sanitaria. Per quanto riguarda invece il tema della prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro, tali strutture poiché inferiori ai 25 posti letto, dovranno attenersi al titolo III° del D.M. 10/3/98 e s.m.i.:

Documento di valutazione dei rischi,

Nomina RSPP,

Nomina e formazione addetti antincendio e primo soccorso,

Formazione generale + specifica per tutti i lavoratori,

Elezione e formazione RLS,

Posizionamento cartellonistica di sicurezza,

Installazione di estintori portatili ogni 200 mq di superficie utile.

Per ulteriori informazioni sull’ haccp o la sicurezza nei bed and breakfast consultare il sito web www.studiolabconsulenze.it

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.