BoE, prima riunione post Brexit. Giù il tasso di interesse?

L’Inghilterra comincia concretamente il suo percorso dopo la Brexit, la scelta presa alla fine di giugno. Ieri c’è stato l’insediamento del nuovo Premier, Theresa May. Oggi tocca invece alla riunione della Bank of England (BoE).

Le decisioni della BoE

BoE - Bank of England
BoE – Bank of England

Sarà la prima dopo la decisione di uscire dalla UE, che ha già avuto un impatto pesantissimo sulla sterlina. La valuta britannica è crollata dopo il voto per la Brexit (i cross prima del 23 giugno erano EUR/GBP: 0,770; GBP/JPY: 153,63 e GBP/USD: 1,4767, mentre oggi sono rispettivamente 0,839, 139,41 e 1,321).

Riduzione dei tassi in arrivo?

Ecco perché la riunione della BoE è attesa e importantissima. Dopo addirittura 7 anni gli analisti si aspettano che venga ritoccato il tasso di interesse. La banca centrale inglese guidata da Mark Carney potrebbe infatti prendere una decisione in materia di politica monetaria nel tentativo di calmierare i mercati finanziari. Ci si attende una riduzione del tasso di interesse di riferimento allo 0,25% rispetto all’attuale minimo storico 0,5%, fermo da marzo 2009.
Nei giorni scorsi il governatore della BoE, nel corso di una audizione in Parlamento, aveva rassicurato tutti sostenendo che non sarebbe avvenuto alcun “credit crunch”, come nel 2008, e ribadendo la solidità del sistema bancario della Gran Bretagna. «Hanno capitali sufficienti per aggiustare al ribasso la loro propensione sull’esposizione al rischio».

L’impatto della Brexit sull’economia britannica

Il “Monetary Policy Committee” della BoE renderà nota oggi una prima valutazione riguardo alle conseguenze della Brexit sull’economia. Ci si attendono dati negativi, e proprio per questo anche un’azione decisa da parte della Bank of England.
Secondo l’indagine svolta dall’istituto Gfk (svolta su un campione di 2mila persone tra il 30 giugno e il 5 luglio), il clima di fiducia dei consumatori è sceso di 8 punti ai primi di luglio. Si tratterebbe del più grande calo mensile dal 1994. L’indice è calato a -9 punti dai -1 punti di giugno. Ecco perché ci si attende una misura importante da parte della Bank of England.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.