Stampanti e risparmio: qualche consiglio

stampanti e risparmio

Costo d’acquisto, sostituzione di toner o cartucce, dispendio energetico sono tre parametri che, con una corretta gestione della propria stampante, possono generare un significativo risparmio domestico. Calcolando che in Italia sono in funzione oltre 3, milioni di dispositivi, si capisce quanto un approccio coscienzioso possa essere positivamente impattante per ambiente e bollette. Ecco qualche consiglio per abbattere costi e ridurre lo spreco energetico in relazione al settore delle stampanti.

Costo d’acquisto: scelta facile

Premessa: in questo caso stiamo indagando esclusivamente i benefici economici, non il livello di prestazioni dei dispositivi. Detto ciò, va chiarito che esistono due tipi di tecnologie in supporto alle stampanti: laser (o LED) e inkjet (o a getto d’inchiostro). Se l’obiettivo è semplicemente quello di spendere meno, allora sarà doveroso orientarsi verso una stampante a getto d’inchiostro, che ha un prezzo di listino mediamente molto più basso, pari anche alla metà di quello delle stampanti laser. Ciò non significa necessariamente, però, che e prime offrano prestazioni meno efficaci, dipende molto dal tipo di utilizzo cui sono destinate.

Cartucce e toner

Le cartucce delle stampanti inkjet costano molto meno dei toner utilizzati per le tecnologie laser; queste ultime, però, hanno un ciclo di vita molto più ampio. Esistono cartucce compatibili e rigenerate che consentono un ulteriore risparmio sulle originali, a (quasi) parità di prestazioni.

Consumo energetico

Occorre, poi, gestire al meglio i consumi: le stampanti laser danno il meglio se utilizzate con frequenza e per stampe in serie ma impiegano molto tempo per raggiungere la temperatura: dunque, le stampanti a getto d’inchiostro fanno risparmiare energia se utilizzate di rado, quelle laser ottimizzano i consumi più intensi.

In conclusione, tutto sta nel compiere le valutazioni più assennate in rapporto alle modalità di consumo e all’utilizzo. La soluzione migliore non è assoluta ma scaturisce da ogni singolo caso e dalle sue particolarità.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.