Medicina funzionale: curare la causa, non i sintomi

La medicina funzionale punta a trattare il paziente combattendo le cause e non mitigando i sintomi.

medicina funzionale

Al giorno d’oggi sono innumerevoli le malattie o i disturbi ai quali i medici associano direttamente un farmaco per il processo di guarigione. Tuttavia, molte condizioni croniche, come allergie, disturbi digestivi, ormonali, metabolici e neurologici, spesso dipendono da fattori tutt’alto che standard e, quindi, non trattabili con metodologie pre-confezionate. Le cause di tali mali, infatti, possono risiedere nella conformazione fisica, nelle abitudini alimentari, nello stile di vita e in tutta una serie di elementi che possono variare a seconda di ogni individuo. Per questo motivo è necessario un approccio che possa prendere in considerazione tali varianti.

Un metodo simile esiste e prende il nome di medicina funzionale, una pratica che mira a correggere tutti gli aspetti che hanno portato al manifestarsi dei vari disturbi, anziché lavorare in maniera cieca sugli effetti che essi hanno sulla salute. Per fare questo, chi applica tale approccio tiene conto di 4 aspetti fondamentali:

 

La medicina funzionale considera le differenze di ogni individuo

 

Come detto in precedenza, il riconoscimento di situazioni differenti per ogni persona (e quindi della necessità di un trattamento adeguato) è la base della medicina funzionale, la quale punta ad individuare le caratteristiche fisiche, biologiche e comportamentali di un individuo, capire la loro correlazione con i disturbi riscontrati e adeguare ad esse la metodologia di cura.

 

Visione del corpo come un sistema unico

 

L’approccio funzionale si basa sul concetto, confermato da vari studi, secondo il quale lo stato di salute è determinato da una serie di fattori e rapporti, tutti intrecciati fra loro. Questa complessa rete di elementi non solo biologici, ma anche psicologici e comportamentali, necessita di essere compresa appieno, per poter risalire alla causa ultima degli squilibri.

 

Capacità auto-regolatrice del corpo

 

Il corpo è una macchina perfetta, in grado di auto-stabilizzarsi se messa nelle giuste condizioni per farlo. Lavorando su quelli che sono i comportamenti e i fattori che hanno portato alla perdita di equilibrio, si può permettere al nostro organismo di ritrovare il benessere e il bilanciamento di tutti i sistemi presenti al suo interno.

La salute non è solo assenza di disturbi

 

Essere sani non vuol dire semplicemente non presentare alcun sintomo, bensì riuscire a mantenere il proprio organismo in uno stato di grande funzionalità ed efficienza, il che non porta solo all’assenza di patologie, ma consente anche di protrarre il benessere in età avanzata, prevenendo le complicazioni psico-

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.