Terremoto e scaffalature industriali

La legge sulla sicurezza negli ambienti di lavoro sancisce gli obblighi del datore, che è il soggetto deputato ad effettuare una completa e approfondita analisi dei rischi relativamente a tutte le varie attività svolte negli spazi di lavoro ed anche alle attrezzature in esso utilizzate, comprese le scaffalature di tipo industriale.

 

Le scaffalature industriali sono costruzioni metalliche e, a partire dall’entrata in vigore del D.M. 14.01.2008, tutte le strutture realizzate sul territorio italiano devono garantire un’adeguata resistenza sotto gli effetti del terremoto. Le scaffalature industriali, pur non essendo veri e propri edifici ma strutture di dimensioni significative e rilevante impegno statico, in presenza di un terremoto possono provocare numerosi danni alle merci e soprattutto alle persone, se non si tiene correttamente conto degli elementi strutturali.

 

In seguito ai numerosi eventi sismici avvenuti in Emilia Romagna del 2012 sono state emanate nuove normative e circolari. Quelle scosse, infatti, hanno portato a numerosi crolli alle scaffalature, con conseguenti ingenti danni alle strutture coinvolte. Fatti che hanno portato il Ministero ad un giro di vite per garantire una maggiore sicurezza negli ambienti di lavoro.

 

Un approfondimento che non ha coinvolto le strutture realizzate da Dalmine LS, che da sempre progetta impianti con scaffalatura antisismica, certificando i propri magazzini. A conferma di quanto detto, è stata pubblicata una foto (che vedete qui sotto), scattata 10 minuti dopo la terribile scossa sismica del 29 maggio 2012 a Medolla (MO), epicentro della scossa. Il magazzino portapallet era stato installato da Dalmine LS nel 2004.

 

Terremoto scaffale magazzino

 

Nonostante la serie di sollecitazioni, il magazzino ha retto anche alla scossa che ha avuto epicentro proprio nella zona.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.