RSPP esterno: l’angelo custode della sicurezza aziendale

Tra le politiche per la sicurezza sul lavoro, l’incarico di RSPP occupa un posto fondamentale: l’acronimo si riferisce, infatti, al ruolo di Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione esterno. Anche per quanto riguarda questa carica il testo di riferimento è il D.Lgs. 81/08 che sancisce l’obbligo di nomina di un RSPP per tutte le aziende con almeno un dipendente.

Innanzitutto, il RSPP deve essere scelto dal datore di lavoro. In alcuni casi egli stesso può ricoprire il ruolo di RSPP (rispettivamente se è a capo di un’azienda artigiana o industriale con fino a 30 addetti, di una agricola o zootecnica con fino a 10 addetti, di una ittica con fino a 20 addetti o in tutti gli altri casi fino a 200 addetti), ma se per qualche motivo non può addossarsi questo incarico o se non rientra nei criteri stabiliti dalla legge per farlo, deve procedere alla scelta di un RSPP aziendale. In questo caso si abbina appunto la qualifica di esterno al ruolo di RSPP .

Chi viene scelto come RSPP deve essere in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma e deve avere frequentato con profitto un apposito corso di sicurezza mirato al tipo di realtà aziendale di cui si occupa e ai suoi specifici fattori di rischio. Inoltre al RSPP è richiesto anche di seguire brevi corsi di aggiornamento periodici (annuali, quinquennali etc.).

La preparazione richiesta a un RSPP è molto varia e vasta e interessa settori quali la normativa vigente per la prevenzione dei rischi sul lavoro e le sue progressive integrazioni, la contrattazione sindacale, lo stress da lavoro, l’amministrazione e la comunicazione aziendale e così via. Si tratta, quindi, di una figura complessa, un punto di riferimento interno ad un’impresa che deve essere in grado di fornire consulenze approfondite e di proporre soluzioni per migliorare il profilo dell’azienda sul piano della sicurezza.

Occupandosi della valutazione dei rischi aziendali e delle misure da prendere per limitarli, i suoi compiti sono trasversali:

  • collabora con il datore di lavoro, aiutandolo a stilare il Documento di Valutazione dei Rischi insieme al medico competente;
  • si occupa di proporre iniziative e strategie per assicurare un livello adeguato di formazione e informazione ai lavoratori in materia di sicurezza sul posto di lavoro;
  • stila l’importante Documento di Valutazione dei Rischi insieme assicura la sua presenza alle riunioni sulla sicurezza.

Per maggiori informazioni sull’incarico RSPP esterno andare su Studiohs.it/sicurezza_sul_lavoro/rspp_esterno_responsabile_sicurezza.asp

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.