Per un backup online sicuro di tutti i dati, bisogna sapere prevenire alcuni rischi legati alla natura dei sistemi in cloud.

 

Fare un backup online dei dati e dei file aziendali è forse uno dei sistemi più sicuri per assicurare che non vengano persi o intercettati. Ma per quanto più affidabile rispetto ad altre soluzioni, anche il cloud ha le sue vulnerabilità.

 

Per questo motivo, effettuare un backup sicuro significa anche lavorare e adeguarsi per prevenire tutti rischi che il sistema “a nuvola” può comportare. Ecco come fare.

Controllare gli accessi

 

Una volta eseguito il backup sullo spazio cloud, assicuratevi chi può avere accesso ai dati: molti servizi non offrono una criptazione totale dei file e c’è il rischio che essi possano essere visti anche da persone non autorizzate.

 

L’ideale è scegliere un servizio che, oltre alla certezza che i documenti siano criptati, consenta anche di verificare gli accessi.

 

Richiedere supporto tecnico

 

La possibilità di utilizzare un cloud storage in autonomia è molto importante, ma ciò non toglie che si debba sempre poter ricorrere al supporto del fornitore.

In caso di disaster recovery o problemi di sicurezza, avere l’assistenza di un esperto è fondamentale per poter assicurare la salvaguardia dei file e ala business continuity.

 

Stabilire la proprietà dei dati

 

A chi appartengono i dati caricati sul cloud? All’azienda che li carica o ai clienti? Dal punto di vista legale, la proprietà dei file ha un grosso peso nella protezione dati ed è importante ricorrere ad un server coperto da leggi chiare sui diritti intellettuali e con una politica trasparente sulla proprietà dei dati.

 

Questo aiuta anche con un altro aspetto importante, quello della responsabilità legale. Definire in modo chiaro chi sia il responsabile in caso di danneggiamento o smarrimento dei dati, permette di ottimizzare il processo per garantire la sicurezza dei file.

 

Prestare attenzione al centro dati

 

Anche il luogo fisico adibito all’archiviazione dei dati è un fattore per la loro sicurezza. A seconda del paese in cui si trova, esso e i server possono essere sottoposti a restrizioni legali diverse e offrire diversi livelli di sicurezza,

Allo stesso modo, i problemi “fisici” riscontrati dai server possono essere causa di problemi nella gestione dei dati.

 

Limitare gli imprevisti legati al BYOD

 

Il BYOD, ovvero la pratica di utilizzare un dispositivo personale per le pratiche aziendali, è sempre più diffuso. Per quanto comodo, questo approccio comporta numerosi rischi per la protezione dei file: se un dipende che accede al cloud dal proprio dispositivo dovesse perderlo o contrarre un malware, metterebbe a serio rischio la sicurezza del sistema.

Per questo motivo è bene stabilire una “prassi di sicurezza” per chi usa il proprio smartphone, tablet o pc e assicurarsi che, nel caso di smarrimento o infezione, a tali dispositivi possa essere negato l’accesso al cloud.

 

L’importanza di un buon servizio di backup online

 

Come si è visto, molte di queste precauzioni dipendono dal servizio offerto dai provider. Quindi, alla base di una procedura sicura c’è senza dubbio la scelta di un buon fornitore.

 

First Poin Srl, azienda di Fidenza specializzata nell’assistenza informatica, offre un servizio di backup online completo di tutti i requisiti per una protezione completa dei documenti. Oltre al servizio d’assistenza, la soluzione comprende:

  • Un centro dati vicino all’azienda
  • La verifica dei processi di backup e degli accessi
  • Sistema di sicurezza per l’accesso da qualsiasi dispositivo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.