Oli essenziali: i metodi più sicuri per diffonderli

Nell’ultimo periodo è andata man mano sviluppandosi la passione per l’utilizzo di oli essenziali, ricchi di proprietà e qualità benefiche per il nostro organismo. Tra le loro caratteristiche vi è la possibilità di contribuire a rendere migliore anche l’atmosfera all’interno degli ambienti che possono essere quelli di casa ma anche luoghi esterni come l’ufficio. E’ stato inoltre scoperto che il mix tra diversi oli possa permettere di agire direttamente sul benessere del nostro corpo e soprattutto sull’umore delle persone. Questo perché attraverso l’olfatto e la respirazione possiamo raggiunge il cervello e il sistema nervoso con effetti benefici.

Gli oli vengono diffusi nell’aria in diverse modalità, ma solo una di queste è considerata la più adatta.

Metodo consigliato

Il diffusore elettrico è il metodo consigliato per poter quotidianamente avere modo di diffondere gli oli all’interno delle nostre stanze. Viene da noi definito il migliore poiché oltre alle sue caratteristiche base come abbiamo letto su questo sito, offre anche una serie di funzioni, compresa la cromoterapia. In questo caso, oltre alla profumazione, si va a cambiare la colorazione delle luci LED che si alternano nel corso della nebulizzazione degli aromi.

Lavorano a freddo, senza quindi andare ad alterare le proprietà dei nostri oli, che andranno inseriti al suo interno con l’acqua. A livello di design troverai numerose proposte e potrai valutare anche la loro funzione, così da riuscire a creare il giusto ambiente all’interno delle stanze di casa. Bisogna cercare di scegliere il tipo di modello che faccia al caso tuo in base alla capienza dell’acqua. In media con un modello che riesce a contenere 80 ml di acqua, ti basterà inserire dalle cinque alle otto gocce di olio.

Metodi sconsigliati

Sono spesso utilizzati anche i diffusori a candela, che sono considerati molto più economici rispetto a quelli citati, ma personalmente sentiamo di sconsigliarli. E’ bene non andare mai a surriscaldare gli oli, così da evitare che sprigionino sostanze tossiche che portano ad alterare le loro caratteristiche e compromettere la nostra salute.

Durante l’inverno può capitare di aggiungere qualche goccia di olio essenziale direttamente nella vaschetta dell’acqua dei termosifoni. Anche in questo caso però si prevede il contatto tra olio e calore, quindi resta alto il rischio di diffusione di sostanze tossiche per l’essere umano.

Infine utilizzando l’acqua e gli oli essenziali potrai anche creare uno spray “deodorante” per ambiente. In questo caso però la sua durata è ridotta, poiché dopo averlo spruzzato nell’aria, l’aroma resterà percettibile per pochi minuti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.