Monitoraggio del freddo: quali sono gli strumenti indispensabili?

Il monitoraggio del freddo trova una grande risorsa nella tecnologia, la quale fornisce strumenti per controllare ogni aspetto delle spedizioni isotermiche.

Occuparsi del monitoraggio del freddo è facile… quando lo spazio refrigerato che dovete controllare è vicino. Ma se l’ambiente da monitorare è molto distante o, addirittura, in movimento, come nel caso dei trasporti isotermici, allora la faccenda si fa più complessa.

Fortunatamente, la tecnologia arriva in nostro aiuto e ci permette di controllare lo stato termico senza dover per forza essere presenti. Per un perfetto monitoraggio sono quindi necessari strumenti appositi. Ecco quelli che non possono mancare nel nostro “armamentario”.

 

Datalogger

 

Per chi si occupa di trasporti e spedizioni a temperatura controllata, il datalogger non è indispensabile… di più!

Grazie a questi rilevatori non è solo possibile controllare temperatura e umidità in tempo reale, ma anche registrare i dati, salvarli ed esaminare lo stato di ogni passaggio logistico. Alcuni modelli offrono la possibilità di ricevere notifiche d’allarme quando le soglie di temperatura vengono superate.

Insomma, una vera e propria sentinella dei trasporti.

 

Sistemi di mappatura termica

 

Un prerequisito fondamentale per poter utilizzare qualsiasi strumento di controllo della temperatura. La mappatura termica consente infatti di sapere quali punti dell’ambiente refrigerato fanno registrare le variazioni di temperatura più importanti. Questo controllo aiuta nel posizionamento dei registratori termici e va effettuato ogni volta sia necessaria una valutazione dei rischi o vi sia un cambiamento importante nell’ambiente.

Software per la gestione dei dati

 

Oltre agli strumenti operativi, è necessario anche un sistema per la conservazione e la gestione delle informazioni, in modo da poterle utilizzare per l’ottimizzazione del monitoraggio e della logistica.

Un buon software consente infatti di visualizzare i dati in tempo reale e in modo semplice e veloce, con la possibilità di archiviare, consultare ed esportare tutte le informazioni relative ai trasporti.

 

Come procurarsi gli strumenti per il monitoraggio del freddo

 

Sul mercato esistono ormai numerosi modelli, ognuno con specifiche e caratteristiche diverse. Quindi, per chi si confronta per la prima volta con questo tipo di strumenti, l’ideale è quello di rivolgersi ad un rivenditore in grado di consigliare la soluzione più adatta.

Air Sea Italia, azienda di Fidenza specializzata nel commercio di sistemi isotermici e attrezzature per il monitoraggio del freddo, offre una vasta selezione di datalogger, kit di mappatura termica e software dedicati per il controllo continuo e distanza della temperatura.

Oltre a mettere a disposizione strumenti certificati secondo le norme internazionali, Air Sea Italia propone un servizio di assistenza che non si limita alla scelta dei dispositivi, ma copre tutta l’organizzazione logistica, dalla scelta del tragitto al monitoraggio.

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.