Best Practices SEO: 4 suggerimenti per il posizionamento

Quando si tratta di SEO, si tratta di seguire una strategia corretta e ben precisa, che fa riferimento al funzionamento dei motori di ricerca. La Search Engine Optimization è il modo più conveniente per portare nuovi visitatori al tuo sito web. Ma, udite udite, non esiste un metodo segreto ed infallibile per classificare il numero uno in Google. Tuttavia, è possibile ottenere ottimi risultati e migliorare notevolmente le classifiche organiche del proprio sito Web applicando le migliori pratiche SEO possibili. In questo articolo, troverai 4 utili suggerimenti che ti aiuteranno a migliorare il posizionamento del sito web sui motori di ricerca.

1. scrivi solo contenuti di alta qualità

Indipendentemente dal tuo sito web di nicchia, quando inizi a scrivere un articolo, fornisci sempre indicazioni utili e attuabili. Se stai dando agli utenti le informazioni che desiderano, il tuo contenuto deve essere lungo quanto è necessario per restituire l’informazione più utile. E tieni presente che gli articoli più lunghi tendono ad avere un punteggio più alto in Google.
Per scrivere il miglior articolo su un argomento specifico, fai le tue ricerche e fai un controllo su quali articoli sono già posizionati in alto in Google, per le tue stesse parole chiave. Devi trovare post che hanno dimostrato di avere successo sui social media e anche di attrarre a ritroso nel tempo ( ossia che fanno durare l’internesse per la lettura).
Dai un’occhiata ai primi 10 risultati e migliora il contenuto che già esiste. Ad esempio, se stai cercando di scrivere un articolo sulle razze dei gatti, puoi fare un post dettagliato intitolato “Tutto ciò che devi sapere sulle razze dei gatti”. Rendi il tuo articolo alcune volte migliore di tutto ciò che è già presente sul Web e avrai grandi probabilità di classificarti nella prima pagina di Google.

 2. Utilizzare titoli e meta descrizioni univoci

Le descrizioni dei meta non hanno lo stesso valore di un tempo, ma hanno ancora un ruolo importante per la SEO. Ognuno dei tuoi post dovrebbe avere un titolo e una meta descrizione univoci. Assicurati che tutti siano unici e di non averne di duplicati. E che non super i 320 caratteri ( nuovo standard di google per la lunghezza della description, da Dicembre 2017)

<h2> 3. Evidenzia i tuoi dati con Strumenti per i Webmaster di Google</h2>
Evidenziando il tuo sito web, aiuti Google a comprendere meglio i dati del tuo sito. Data Highlighter ti consente di evidenziare parti del tuo sito web tramite Strumenti per i Webmaster di Google, senza dover apportare modifiche al codice. Ciò ti aiuterà a visualizzare valutazioni, prezzi, recensioni insieme al tuo rich-snippet nei risultati organici. Inoltre, ciò aumenterà le possibilità di ottenere una scheda conoscenza Google con il tuo sito web. Pertanto, se il tuo sito web include annunci, recensioni o eventi, ecco come mostrare i risultati in Google, in questo modo:

Vai a Strumenti per i Webmaster di Google e fai clic su “Aspetto di ricerca”, quindi su “Evidenziatore di dati”.

Clicca su “Inizia l’evidenziazione“. Ti verrà chiesto di scegliere il tipo di dati che desideri evidenziare. Se hai un semplice blog di contenuti, scegli gli articoli. In caso contrario, scegli la categoria più appropriata per il tuo sito web.

Una volta nella pagina Evidenziatore, fai semplicemente clic e trascina il mouse sul titolo del tuo sito web e scegli “titolo”. Fai lo stesso per le tue valutazioni, autore, data di pubblicazione, immagine e così via. Google ti chiederà di ripetere la procedura alcune volte finché non capiranno i modelli seguiti dal tuo sito web. Una volta finito, fai clic su “fatto” e questo è tutto. Quando Google eseguirà di nuovo la scansione del tuo sito, riconoscerà meglio la tua struttura dati.

4. Ricerca per parole chiave

Non iniziare mai a scrivere un articolo senza eseguire una ricerca per parole chiave. Lo strumento migliore da utilizzare è lo Strumento per le parole chiave gratuito di Google. Fai clic su “Cerca nuove idee per parole chiave e gruppi di annunci” e inserisci le parole chiave principali che desideri scegliere come target. Otterrai quindi un elenco con suggerimenti per le parole chiave in base a ciò che gli utenti stanno cercando in Google.

Un altro metodo per trovare ciò che le persone stanno cercando è digitare in Google le parole chiave principali e controllare i suggerimenti in base alle ricerche più popolari.

Infine, se scorri in fondo alla pagina di Google, puoi visualizzare gli altri suggerimenti alla query di ricerca.

Concentrati sulle parole chiave che hanno un volume di ricerca più elevato ma non trascurano le parole chiave a lungo termine. Se ottimizzato correttamente, puoi ottenere più traffico dalle parole chiave con un volume di ricerca inferiore. Tieni sempre presente che devi cercare di scrivere per i tuoi lettori, e non per gli spider di Google. Stai molto attento a non fare a non fare keyword stuffing.

Fonte: Semperseo.it

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.