Suggerimenti dell’Avvocato: Come sopravvivere alle prossime vacanze scolastiche da genitori separati


La maggior parte dei genitori separati, di solito ha un accordo per l’affidamento dei figli che è in vigore di settimana in settimana, oppure in alternanza. Queste disposizioni possono diventare difficili da mantenere durante il periodo delle vacanze scolastiche, ad esempio quelle natalizie o pasquali, quando i genitori iniziano a fare piani per l’allontanamento da casa per alcuni giorni.

Negoziare un accordo tra genitori può essere difficoltoso quando ci sono orari e piani di viaggio in sovrapposizione, soprattutto se si celebrano le ricorrenze per le sue connotazioni religiose, in quanto senza dubbio si può aggiungere ulteriore complessità per questa tipologia di vacanze.

Allora se l’associazione di termini da comporre durante una ricerca nell’area urbana della nostra capitale italiana, per intercettare un valido professionista che possa risolvere il problema, è senza dubbio Avvocato Roma, costui, cosa potrebbe suggerire in una situazione così difficile dalle apparenze? Ci sono alcune cose che i genitori possono fare in anticipo per rendere le prossime vacanze scolastiche un po ‘più facili da gestire per tutti i membri della ex famiglia, magari smembrata da poco tempo?
…..

  • L’Avvocato consiglia di preparare un piano tra genitori

  • Una discussione serena tra i genitori, atta a stabilire in termini prospettici le migliori soluzioni che si possono adattare ai bambini durane i periodi di vacanze scolastiche, prima che qualsiasi viaggio venga prenotato, ha senza dubbio maggiori possibilità di tradursi in un accordo senza causare eventuali conflitti.

    Se è in atto un accordo genitoriale che non prevede giorni liberi per gli alunni e giorni festivi infrasettimanali, discutere tra genitori in merito a chi trascorrerà quei giorni con i bambini prima che quei giorni siano troppo vicino, sarà più semplice trovare un accordo per tempo.

    In una breve sintesi di seguito l’Avvocato suggerisce cosa i genitori dovrebbero cercare di concordare:

    – Dove i bambini trascorreranno le vacanze, se fuori casa
    – Come, quando e dove avverranno i cambiamenti
    – Tempo trascorso con familiari allargati
    – Eventuali attività extra, eventi sociali o religiosi ai quali parteciperanno i bambini.

  • Decidi come i bambini trascorreranno la Domenica di Pasqua o il giorno di Natale eventualmente facendoti suggerire da un Avvocato in caso di necessità

  • Molte persone celebrano la Domenica di Pasqua oppure la giornata di Natale frequentando la chiesa per la messa, invece altri, si dilettano in una caccia alle uova, oppure all’apertura dei regali per la gioia che porta ai bambini.

    Un accordo comune che si vede spesso per queste occasioni così speciali, consiste nell’alternare la presenza di un genitore all’altro, sia per il Natale che per la Pasqua, sostanzialmente un anno ciascuno.

    Alcuni genitori hanno un accordo in base al quale la prima metà delle vacanze scolastiche viene trascorsa con un genitore e la seconda metà con l’altro, indipendentemente da eventuali occasioni speciali che possono rientrare in quel periodo. Questa alternativa consente ai figli di potersi svegliare ad esempio con un genitore la Domenica di Pasqua o il giorno di Natale e festeggiare la mattina con quel genitore prima di passare il pomeriggio e/o la sera con l’altro genitore.

    Questo in funzione propriamente di un principio di base che vede funzionale per una famiglia ciò che non lo può essere per un’altra.

  • L’Avvocato invita a comunicare con tra genitori

  • Le vacanze scolastiche possono essere un momento difficile per i bambini in famiglie separate, quindi è più importante che mai che i genitori siano in grado di comunicare in modo mirato al bambino su ciò che è nel miglior interesse per lui. La comunicazione non ha bisogno di essere per forza faccia a faccia, è spesso preferibile che i genitori discutano la loro disposizione per iscritto (via e-mail o su carta) poiché possono fare riferimento alla conversazione per controllare i piani ed eliminare la confusione.

    Esistono numerose alternative e programmi fantasiosi che i genitori possono mettere in atto, avendo di fatto una buona coordinazione e mettendosi a disposizione per recepire eventuali richieste per variare gli accordi e comunicare su tutte le cose in relazione ai figli.

  • Ogni professionista di un buon Studio Legale consiglia ai genitori di perseguire il miglior interesse dei bambini

  • Sarà assolutamente indispensabile comprendere prima di tutto e quindi prendere in considerazione l’opinione, i desideri, le volontà dei figli a riguardo delle vacanze, ne consegue che sarà opportuno evitare di chiedere direttamente quando sono ancora piccoli, ma cercare di capire i loro interessi. Dove possibile, sarebbe opportuno accertarsi che la prole possa vedere entrambi i lati della famiglia come nonni, zii e cugini.

  • In caso di dubbi agire tempestivamente e rivolgersi ad uno Studio Legale di fiducia

  • Se non ci sono ordinanze giudiziarie in atto e i genitori semplicemente non riescono a concordare su come i bambini trascorreranno le vacanze scolastiche o se un genitore trattiene i figli all’altro, è necessario agire rapidamente.

    Nella maggior parte dei casi, le parti sono tenute a partecipare alla mediazione per tentare di risolvere la controversia prima di andare in tribunale, per questo motivo è necessario contattare il proprio avvocato di fiducia per discutere le procedure di pre-azione e il miglior modo di agire.

    Add a Comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.